ISEO...UN LAGO DA CAMMINARE A PIEDI E NON DA NAVIGARE, MA PERTTUTTI.

Lunedì, 13 Giugno, 2016

La passerella di Christo e il tratto sulla terraferma di Monte Isola (Bs) sul lago d'Iseo, saranno accessibili anche ai disabili, per i quali l'artista e la «cabina di regia» degli Enti locali che stanno gestendo l'accessibilità all'opera hanno avuto un occhio di riguardo. E' stato presentato il piano di accessibilità per i disabili: scivoli, navette gratuite e la tavoletta per i non vedenti, progettata da una ragazza non udente. 

È quanto sottolineato ieri a Sale Marasino in occasione della presentazione di una tavoletta tattile in gomma che consentirà ai non vedenti di tastare con i polpastrelli la morfologia del lago e tramite il linguaggio braille essere accompagnati nella loro specialissima traversata del Sebino. A questo progetto, si aggiungono gli scivoli che consentiranno di accedere facilmente alla passerella (gli scalini sono presenti soltanto a uno dei tre attracchi a terra), la gratuità dei bus navetta per i portatori di handicap e i sistemi adottati dai treni e dai battelli per far salire a bordo le persone con disabilità fisiche. «Nei 16 giorni di apertura della passerella - spiega Diego Invernici, sindaco di Pisogne e direttore marketing della Navigazione Lago d'Iseo - dimostreremo che un'opera d'arte e un territorio a forte vocazione turistica possono davvero essere a "barriere zero", cioè senza barriere architettoniche per nessuno». L'idea della tavoletta per ipovedenti è venuta a Elisa Lottici, venticinquenne di Iseo, non udente, che l'ha progettata, ne ha parlato direttamente con Christo e da lui ha avuto il via libera per realizzarla. Grazie al sostegno di quattro aziende, tra cui la Mesgo di Gorlago che ha fornito la mescola in gomma, e la Cm Capoferri di Adrara San Rocco specializzata nello stampaggio di guarnizioni industriali, è così nato un tablet in gomma di due etti di peso prodotto in mille esemplari. «Ho chiamato questo progetto - ha spiegato la stessa Elisa - "Walk on water never alone" perché nessuno deve sentirsi solo quando camminerà sui pontili galleggianti e perché questa esperienza dovrà essere inclusiva per tutti». «Le tavolette - aggiungono dalla cabina di reg ia Ida Bottanelli e il sindaco di Sulzano, Paola Pezzotti - saranno portate negli infopoint di Peschiera Maraglio e Sulzano. Le persone interessate potranno mandare una mail per segnalare la loro necessità e arrivando sul Sebino dovranno soltanto passare a ritirarle per vivere in pieno la meravigliosa esperienza della camminata sull'acqua». Le persone in carrozzella potranno accedere alla passerella sfruttando gli scivoli installati nei punti di attracco a Sulzano, Peschiera Maraglio e in località Ere. Quello di Sensole sarà invece a gradini «ma avendo a disposizione tre attracchi su quattro senza barriere architettoniche - chiarisce Dario Catalini, ingegnere loverese diventato il braccio di Christo per quanto riguarda le strutture a terra - anche per i portatori di handicap fisici l'opera sarà pienamente accessibile». «Nei giorni scorsi - conclude Invernici - abbiamo concluso l'accordo con i vettori che gestiranno i bus navetta: i posti per disabili saranno gratuiti, anche p er i portatori di handicap provenienti da fuori regione. Purtroppo, ma per norme regionali che ovviamente non possono essere cambiate in vista di questo evento e poi essere rimodificate, il sistema dei trasporti regionali (battelli e treni) sarà gratuito solo per i disabili lombardi». Quando mancano solo otto giorni all'apertura, dalla cabina di regia arriva però un ultimo annuncio: nei parcheggi ci sarà una percentuale di stalli riservati ai portatori di handicap superiore a quella prevista dalle norme in vigore